Questa immagine: Il fotovoltaico nero

Le celle solari presenti attualmente sul mercato, convertono il 75% circa dell’energia contenuta nello spettro solare, perdendo tutto lo spettro infrarosso.

Per risolvere questa inefficienza i ricercatori del Fraunhofer Institute for Telecommunications hanno sperimentato celle solari al silicio nero in grado di assorbire lo spettro infrarosso e aumentando quindi di molto l’efficienza energetica complessiva.

Tale materiale viene prodotto dall’irradiazione del silicio con speciali impulsi laser, che ne modificano la superficie integrando atomi di zolfo nel reticolo del silicio, rendendo il materiale nero.

Quest’innoavzione tecnologica reppresenta una svolta per il mercato del fotovoltaico: infatti se i produttori decidessero di modificare le proprie celle solari con il silicio nero, potrebbero considerevolmente aumentare l’efficienza degli impianti.

Il progetto, chiamato Customized light pulses ha già vinto il concorso ‘365 Places in the Land of Ideas’.

I prototipi di celle solari al silicio nero sono già pronti e funzionanti, si attende soltanto la commercializzazione di questa tecnologia.